Allimentazione del gatto Persiano

Gli articoli di questa sezione

In primo luogo non bisogna dimenticare che il gatto rimane un carnivoro stretto, ciò a differenza del cane, le sue fonti principali di nutrimento sono le proteine di origine animale. Un’alimentazione e una cura appropriate sono la base per una crescita e uno sviluppo ottimali, una lunga vita e una buona salute. Si considerano, per scegliere una corretta alimentazione, alcuni fattori basati principalmente sull’età, sull’ambiente di vita e sulla temperatura ambientale.

Per meglio comprendere le necessità alimentari del gatto occorre ricostruire la dieta che segue in natura, cercando di avvicinarvisi il più possibile. Il gatto si ciba di piccole prede, quali roditori, uccellini, piccoli rettili e insetti, consumati interi, da cui ricava le proteine, i sali minerali e i carboidrati di cui il suo organismo ha bisogno. Qui nasce la prima difficoltà legata al fatto che, per tempo e comodità, normalmente somministriamo prodotti già confezionati umidi, semi-umidi (scatolette) o secchi (croccantini). In commercio si possono trovare tre differenti tipi di prodotti:

  • alimento umido
  • alimento semi
  • umido
  • alimento secco

L’alimento umido possiede un valore proteico che varia dall’8 al 12% e un livello minimo di umidità del 70%; risulta il più appetibile, il costo è relativamente alto e dopo l’apertura della scatola, il cibo deve essere conservato in frigorifero. L’alimento semi-umido possiede un valore proteico che oscilla dal 16 al 24% e un livello minimo di umidità tra il 25 e il 35%, inclusi i conservanti che prevengono lo sviluppo di funghi e batteri. Sicuramente vantaggiosa la sua appetibilità ma a discapito del costo molto elevato. Dopo l’apertura della scatola, il cibo, se esposto all’aria per un periodo di tempo anche breve, tende a seccare. L’alimento secco possiede un valore proteico che varia dal 14 al 30% e un livello minimo di umidità tra l’8 e il 10%. Ne consegue che gli alimenti secchi hanno generalmente una maggiore concentrazione di proteine, grassi, vitamine e minerali per ogni Kg, rispetto agli altri due tipi di alimenti.

Volendo creare un'alimentazione completa per il tuo gatto, gli alimenti indispensabili sono: proteine, grassi (acido arachidonico e linoleico), minerali e vitamine.

    Fabbisogno min. giornaliero
PROTEINE uova, carne, latte, pesce 9 gr.
GRASSI olio di semi acido linoleico 175 mg. acido arachidonico 70 mg.

Non sono stati nominati gli zuccheri? Questo perchè sia il glucosio (lo zucchero piu comune) che gli amidi (riso, pasta) non sono indispensabili ed oltre tutto sono poco assorbiti dall'intestino "carnivoro" del gatto.

Argomento di grande importanza è l'acqua. II gatto non è un grande bevitore: la maggior parte dei liquidi li introduce con il cibo e non bevendo. Per questo motivo dovete evitare di alimentarlo esclusivamente con alimenti secchi preferendo invece un'alimentazione con almeno uno dei due pasti umidi.

Il livello medio di acqua ingerita da un gatto al giorno è di 270 ml.: alimentandolo esclusivamente con alimenti secchi scende a 190 ml. provocando una concentrazione delle urine, che, nei gatti predisposti, provocherа quella formazione di calcoli denominata "urolitiasi".
Quindi l'alimento secco non fa male di per sи ma rischia di fare male, nei soggetti a rischio, perchè ingeriscono meno acqua.